Pubblicato il giorno: ven, 10 Nov 2017

Wave Life Sciences inizia la sperimentazione clinica per il principale programma nella distrofia muscolare di Duchenne (DMD)

Share This
Tags

Primo studio clinico di WVE-210201, una terapia sperimentale dello skipping dell’esone 51, in ragazzi deambulanti e non, di età compresa tra i 5 e 18 anni

CAMBRIDGE, Mass.–(BUSINESS WIRE)—6 novembre 2017– Wave Life Sciences Ltd. (NASDAQ: WVE), una company biotecnologica focalizzata sulle terapie innovative di rilascio per pazienti con gravi patologie definite geneticamente, oggi ha annunciato l’inizio di uno studio clinico globale di fase 1 per WVE-210201 in pazienti con distrofia muscolare di Duchenne (DMD) trattabili con lo skipping dell’esone 51. Questo studio clinico segna la fase successiva del continuo impegno della company per affrontare le significative esigenze non soddisfatte dei pazienti diagnosticati con questa patologia devastante ed è il terzo studio clinico della company avviato nel 2017.

“L’inizio del programma clinico con WVE-210201 è un importante traguardo nel fornire potenzialmente terapie significative per i pazienti affetti da DMD”, ha detto Michael Panzara, MD, MPH, Neurology Franchise Lead of Wave Life Sciences. “Siamo grati alle comunità scientifiche e dei pazienti DMD con cui abbiamo collaborato nella progettazione del nostro programma clinico e continueremo il nostro impegno con questi principali soggetti interessati, mentre facciamo progredire i candidati che mirano ad altri esoni e esploriamo  ulteriori approcci innovativi per trattare potenzialmente la DMD”.

Lo studio di fase 1 è uno studio clinico multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo programmato per valutare la sicurezza, la tollerabilità e le concentrazioni plasmatiche delle singole dosi crescenti di WVE-210201 somministrate per via intravenosa nei pazienti DMD con mutazioni genetiche trattabili con lo skipping dell’esone 51. I dati dello studio clinico di fase 1 con WVE-210201 sono previsti per il terzo trimestre del 2018 e permetteranno il rapido passaggio a uno studio di efficacia in doppio cieco, controllato con placebo, a dosaggio multipli dove saranno valutati l’espressione della distrofina e gli esiti clinici. Il programma clinico è stato progettato per consentire ai pazienti partecipanti allo studio clinico di fase 1 di essere arruolati in uno studio di estensione in aperto in cui continuerà la somministrazione con WVE-210201. Lo studio di estensione in aperto e lo studio di efficacia previsto sono destinati a seguire lo studio clinico di fase 1 e prevedono di includere un’analisi intermedia sull’efficacia dell’espressione di distrofina dalle biopsie muscolari nella seconda metà del 2019.

“La piattaforma chimica degli stereopuri di Wave ha consentito lo sviluppo di WVE-210201 che ha dimostrato sostanzialmente una maggiore efficienza dello skipping dell’esone 51 e un ripristino della distrofina negli studi preclinici rispetto agli oligonucleotidi stereorandomizzati, inclusi gli oligonucleotidi morfolinici”, ha detto Matthew Wood, MD, PhD, professore di Neuroscienze presso l’Università di Oxford e direttore dell’Oxford Centre for Neuromuscular Disease, Oxford, Regno Unito. “Questi risultati sperimentali suggeriscono il potenziale dei benefici significativi per i pazienti DMD”.

Il primo studio clinico globale di Wave nella DMD prevede di arruolare fino a 40 pazienti di età compresa tra i 5 e 18 anni. I criteri di inclusione della fase 1 permettono la partecipazione di pazienti sia deambulanti che non, inclusi quelli precedentemente trattati con eteplirsen che abbiano seguito un periodo appropriato di sospensione del farmaco. Il trial è stato iniziato negli Stati Uniti, e verrà poi esteso in Europa e altri paesi. Le dosi testate per via endovenosa nel corso della sperimentazione di fase 1 andranno ad aumentare fino a raggiungere l’intervallo  che dovrebbe essere clinicamente rilevante. Negli Stati Uniti, Wave è tenuto a fornire alla FDA i dati provenienti dagli studi preclinici in corso al fine di proseguire con i gruppi trattati con li dosaggio più elevato e con gli studi pianificati a dosaggio multiplo.

“Parent Project Muscular Dystrophy è entusiasta dal progresso che Wave Life Sciences ha fatto nello skipping dell’esone. Nonostante siano stati fatti questi progressi, c’è molto di più da esplorare all’interno di questa tecnologia e apprezziamo la passione, la collaborazione e la comprensione che il gruppo Wave ha mostrato verso la nostra comunità di Duchenne. Non vediamo l’ora di avere continui aggiornamenti da parte di Wave quando inizierà la fase 1 dello studio clinico”, ha detto Pat Furlong, presidente fondatore e Chief Executive Officer di Parent Project Muscular Dystrophy.

Oltre al programma dell’esone 51, Wave sta sfruttando la propria piattaforma chimica di stereopuri per promuovere le terapie sperimentali che mirano a ulteriori esoni correlati alla DMD. Nel settembre 2017, Wave ha annunciato che il suo prossimo programma di sviluppo della DMD punterà all’esone 53 e prevede di avviare le sperimentazioni cliniche nel primo trimestre del 2019. Inoltre, la company sta esplorando sia la somministrazione endovenosa che la somministrazione sottocutanea per i programmi con WVE-210201 e exon 53.

WVE-210201

WVE-210201 è un oligonucleotide antisenso stereopuro sperimentale che negli studi preclinici ha mostrato di indurre lo skipping dell’esone 51 del precursore dell’RNA messaggero della distrofina ed è programmato per il trattamento della distrofia muscolare di Duchenne (DMD). Circa il 13% dei pazienti hanno mutazioni genetiche che sono trattabili con la terapia dello skipping dell’esone 51. La tecnologia dell’ exon-skipping  ha la possibilità di indurre la macchina cellulare a far saltare l’esone colpito e ripristinare lo schema di lettura, con conseguente produzione di distrofine internamente troncate ma funzionali. Gli esperimenti pre-clinici in vitro di Wave, utilizzando l’assorbimento libero di WVE-210201 nei mioblasti provenienti dai pazienti DMD, hanno dimostrato l’efficacia dell’exon-skipping dell’esone 51 e il ripristino di distrofina. Gli studi preclinici di WVE-210201 con la tecnica Western blot hanno dimostrato un ripristino della distrofina del 52% rispetto ai lisati dei tessuti muscolari scheletrici normali, rispetto a circa l’1% durante la sperimentazione di altri composti di exon-skipping.

 

Traduzione a cura dell’Ufficio Scientifico di Parent Project onlus

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*