Pubblicato il giorno: ven, 5 Ott 2018

Terapia genica per la DMD: positivi i risultati presentati al Congresso WMS riguardo allo studio clinico in corso al Nationwide Children’s Hospital

Share This
Tags

Sarepta Therapeutics ha annunciato che Jerry Mendell ha presentato, al Congresso Internazionale World Muscle Society che si sta svolgendo in Argentina, gli ultimi aggiornamenti riguardo ai primi quattro pazienti Duchenne trattati con la terapia genica sperimentale AAVrh74.MHCK7.micro-Dystrophin. La notizia arriva a solo una settimana di distanza dall’annuncio della revoca della sospensione clinica dello studio da parte della Food and Drug Administration. I dati presentati sono positivi: è stata osservata l’espressione di microdistrofina nelle fibre muscolari di tutti i bambini trattati, sono stati rilevati dei miglioramenti funzionali e non sono stati segnalati eventi avversi gravi. I risultati sono incoraggianti e supportano la volontà da parte dell’azienda di ampliare lo studio clinico e di avviare un trial registrativo ma, come sottolinea Sarepta, non bisogna dimenticare che al momento siamo di fronte a risultati preliminari su un numero limitato di pazienti.

Potete leggere la lettera indirizzata alla Comunità Duchenne che abbiamo ricevuto da Sarepta al seguente link

Sarepta Therapeutics annuncia che al 23esimo Congresso Internazionale della World Muscle Society, Jerry Mendell, M.D., ha presentato i risultati positivi aggiornati provenienti dai quattro bambini trattati nel trial di terapia genica con la microdistrofina per il trattamento dei pazienti con Distrofia Muscolare di Duchenne

  • la biopsia del quarto paziente ha evidenziato una robusta espressione di microdistrofina misurata tramite Western Blot e immunoistochimica
  • miglioramenti funzionali positivi osservati in tutte le misurazioni
  • nessun grave evento avverso (SAEs) osservato

CAMBRIDGE, Mass., 3 Ottobre 2018 (GLOBE NEWSWIRE) – Sarepta Therapeutics, Inc. (NASDAQ:SRPT), una biofarmaceutica in fase commerciale focalizzata sulla scoperta e sullo sviluppo di terapie genetiche di precisione per il trattamento di patologie neuromuscolari rare, ha annunciato che durante il 23esimo Congresso Internazionale World Muscle Society a Mendoza, Argentina, Jerry Mendell, M.D., del Nationwide Children’s Hospital ha presentato i risultati positivi aggiornati provenienti dal suo trial clinico di terapia genica che valuta AAVrh74.MHCK7.microdistrofina nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne (DMD). Il dott. Mendell ha presentato i seguenti risultati aggiornati inerenti i quattro pazienti arruolati nello studio:

  • tutti i pazienti hanno mostrato un’espressione robusta della microdistrofina trasdotta, che è correttamente localizzata sul sarcolemma muscolare come misurato attraverso l’immunoistochimica. L’espressione genica media per lo studio, misurata come percentuale di fibre positive alla microdistrofina, è stata del 81.2% e l’intensità media delle fibre era del 96% rispetto al controllo normale. Tutte le biopsie successive al trattamento hanno mostrato livelli robusti di microdistrofina come misurato mediante Western blot, con una media del 74.3% rispetto al normale utilizzando il metodo di Sarepta, o del 95.8% rispetto al normale mediante la quantificazione del Nationwide Children che utilizza il metodo Sarepta tenendo anche conto del tessuto adiposo e fibrotico.
  • L’espressione genica per il quarto paziente è stata robusta, come segue:
  • come misurato mediante immunoistochimica, le fibre positive alla microdistrofina erano il 96,2% e l’intensità media delle fibre era del 160,0% rispetto al controllo normale.
  • come misurato con Western blot, il paziente 4 ha mostrato livelli robusti di microdistrofina, con una media del 182.7% rispetto al normale utilizzando il metodo di Sarepta, o del 222% rispetto al normale mediante la quantificazione del Nationwide Children che utilizza il metodo Sarepta tenendo anche conto del tessuto adiposo e fibrotico.
  • In tutti i pazienti, l’espressione della microdistrofina è stata associata con un’espressione significativa e un aumento del complesso proteico associato alla distrofina, un’ulteriore indicazione della funzionalità della distrofina.
  • Tutti i pazienti hanno mostrato una diminuzione significativa dei livelli della creatinchinasi sierica (CK) nell’ultima misurazione, con una riduzione media della CK superiore al 78% rispetto al livello basale.
  • Il Dottor Mendell ha inoltre fornito un aggiornamento sugli endpoint funzionali per tutti e quattro i pazienti, includendo la North Star Ambulatory assessment (NSSA), il tempo per alzarsi, salire quattro gradini, e i cento metri camminata. I pazienti hanno mostrato dei miglioramenti in tutte le funzioni misurate, con i bambini che mostrano un miglioramento del punteggio grezzo NSAA medio di 6.5 punti rispetto al livello basale all’ultima misura, o in base a una NSAA linearizzata, 12 punti di miglioramento nei primi 90 giorni. Anche se i risultati suggeriscono miglioramenti funzionali in tutte le misure significativamente maggiori rispetto a quanto previsto dalla storia naturale, bisogna tenere conto che si tratta di un piccolo insieme di dati non controllati e che questi risultati positivi devono essere riconfermati nel trial controllato  e più ampio di registrazione.
  • Nessun evento avverso grave (SAEs) è stato osservato nello studio. Tre pazienti hanno avuto livelli elevati di gamma glutamil transferasi (GGT) che si sono risolti con un aumento degli steroidi entro una settimana. Non ci sono state altre alterazioni significative nei parametri di laboratorio. I pazienti hanno avuto una nausea transitoria generalmente durante la prima settimana di terapia in coincidenza con l‘aumento nella dose degli steroidi.

Il dott. Mendell, lo sperimentatore principale dello studio, in collaborazione con Louise Rodino-Klapac, PhD, ha ottimizzato empiricamente AAVrh74.MHCK7 in modo specifico per la DMD:

  • Il vettore AAVrh74 è progettato per essere somministrato sistematicamente e in modo robusto al muscolo scheletrico, diaframma e al cuore senza attraversare promiscuamente la barriera emato-encefalica, rendendolo un candidato ideale per trattare le patologie neuromuscolari periferiche.
  • Essendo un vettore AAV derivato da scimmie rhesus, AAVrh74 ha tassi di immunogenicità minori rispetto a quanto riportato con altri vettori comuni AAV umani.
  • Il promotore MHCK7 è stato scelto per la sua capacità di guidare un’espressione robusta nel cuore, che è di fondamentale importanza per i pazienti con DMD, che tipicamente perdono la vita a causa di complicazioni cardiache o polmonari. Nei modelli preclinici l’espressione della microdistrofina nel cuore è stata osservata essere fino al 120% dei livelli di microdistrofina osservati nei muscoli scheletrici.
  • Il transgene è stato disegnato mantenendo le ripetizioni 2 e 3 simil spettrina, che è stato riportato essere importante per il mantenimento delle caratteristiche funzionali protettive della distrofina.

Il dott. Mendell ha dichiarato: “L’obiettivo di questo studio era di validare ciò che avevamo osservato nei modelli preclinici. Abbiamo osservato la trasduzione efficiente del nostro vettore, AAVrh74, per tutti i tipi di muscoli; un’espressione robusta nei muscoli scheletrici tramite il promotore MHCK7; una riduzione dei livelli di creatinchinasi; e un positivo profilo di sicurezza favorevole. Analogamente ai modelli preclinici, abbiamo anche osservato in questo primo studio che l’espressione robusta ha il potenziale di influire positivamente sul decorso naturale della progressione della patologia. “

Doug Ingram, presidente e amministratore delegato di Sarepta, ha aggiunto: “I risultati incoraggianti che abbiamo visto in precedenza e rafforzato nel quarto paziente, rafforzano la nostra determinazione a passare rapidamente a uno studio di conferma e, assumendo il successo, a portare questa terapia alla comunità Duchenne di tutto il mondo con un senso di urgenza. “

Ingram ha continuato: “Questi risultati creano per noi un obbligo verso i pazienti in tutto il mondo che vivono e subiscono i danni di questa patologia crudele. Stiamo investendo le nostre energie, le nostre risorse e la nostra creatività per far progredire lo sviluppo, pianificando incontri con la FDA e altre agenzie in tutto il mondo per raccogliere  le loro indicazioni, creando un pacchetto di accesso e rimborso efficace e stabilendo sufficiente capacità di produzione per servire pienamente la comunità se il nostro programma ha successo. “

Traduzione a cura dell’Ufficio Scientifico di Parent Project Onlus

Potete leggere il Comunicato Stampa diffuso da Sarepta al seguente link 

Per ulteriori informazioni sullo studio clinico con AAVrh74.MHCK7.micro-Dystrophin potete consultare la Brochure sui trial clinici di Parent Project onlus

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*