Pubblicato il giorno: ven, 10 Nov 2017

Sarepta Therapeutics annuncia l’autorizzazione della domanda di richiesta per un nuovo farmaco -Investigational New Drug (IND)-da parte della U.S. Food and Drug Administration (FDA) per il candidato PPMO dell’esone 51, SRP-5051

Share This
Tags

— Sarepta inizierà immediatamente lo studio clinico di fase 1/2a nei pazienti con distrofia muscolare di Duchenne (DMD) trattabili con lo skipping dell’esone 51–

CAMBRIDGE, Mass., 7 November 2017 (GLOBE NEWSWIRE) — Sarepta Therapeutics, Inc. (NASDAQ: SRPT), una company biofarmaceutica in fase commerciale focalizzata sulla scoperta e sviluppo di medicinali genetici di precisione per il trattamento di patologie neuromuscolari rare, oggi ha annunciato che l’agenzia statunitense Food and Drug Administration (FDA) ha autorizzato la domanda di richiesta per un nuovo farmaco -Investigational New Drug (IND)- per il suo candidato per l’esone 51 SRP-5051, il peptide oligomero di tipo morfolino fosfodiammidato (Peptide Phosphorodiamidate Morpholino Oligomer-PPMO). Sarepta inizierà immediatamente il suo studio clinico di fase 1/2a e inizierà lo screening nei pazienti DMD trattabili con lo skipping dell’esone 51.

I risultati dello studio clinico di fase 1/2a forniranno informazioni sullo studio di efficacia, multicentrico, in doppio cieco, controllato con placebo, a dosaggio multiplo designato per per valutare l’espressione della distrofina e delle valutazioni cliniche ed è previsto che inizi nella metà del 2018 o non appena la dose terapeutica verrà identificata.

La piattaforma PPMO di nuova generazione di Sarepta è stata progettata attorno ad un peptide di penetrazione cellulare coniugato allo scheletro dell’oligomero morfolino fosfodiamidato PMO, con l’obiettivo di aumentare la penetrazione nel tessuto.

“La nostra piattaforma PMO, su cui si basa EXONDYS 51, rappresenta la medicina genetica di precisione che è stata progettata per ingegnerizzare elegantemente l’espressione della distrofina attraverso la modificazione dell’RNA messaggero nelle cellule muscolari. La nostra piattaforma di nuova generazione, PPMO, migliora questa scienza usando una tecnologia proprietaria del peptide per agire come trasportatore del PMO all’interno della cellula muscolare, che nei modelli animali ha aumentato sostanzialmente la modificazione dell’RNA messaggero e della produzione di distrofina”, ha detto Douglas Ingram , presidente e amministratore delegato di Sarepta. “SRP-5051, il primo candidato clinico della nostra piattaforma PPMO, rappresenta un lungo investimento di dieci anni e il lavoro instancabile di Sarepta e dei suoi scienziati. I modelli preclinici indicano il potenziale di questa classe chimica di nuova generazione al fine di aumentare notevolmente l’efficacia, riducendo la frequenza della somministrazione”.

Il sig. Ingram ha continuato: “La DMD è una patologia al momento priva di una cura. L’autorizzazione da parte della FDA di portare SRP-5051 nella clinica non è un successo solo per Sarepta. Ancora più importante, rappresenta un potenziale approccio per una vita migliore per i bambini che vivono con la DMD. Per questo motivo, intendiamo urgentemente andare avanti nel perseguire ulteriormente il nostro obiettivo di convertire la scienza promettente in farmaci potenzialmente salvavita e che migliorano la vita. Da subito, Sarepta inizierà ad arruolare i pazienti nello studio per identificare una dose sicura e terapeutica di SRP-5051. Oltre a ciò, abbiamo elaborato una strategia ambiziosa per sequenziare e accelerare rapidamente più terapie basate sui PPMO progettate per cambiare il decorso della DMD. In parallelo, se abbiamo segnali positivi nel nostro primo studio, esploreremo il potenziale di applicare la nostra tecnologia PPMO ad una vasta gamma di altre malattie neuromuscolari”.

SRP-5051 

SRP-5051 utilizza la chimica PPMO di Sarepta e la tecnologia dello exon-skipping per far saltare l’esone 51 del gene della distrofina. SRP-5051 è stato progettato per legarsi all’esone 51 del precursore dell’RNA messaggero (mRNA) della distrofina, con conseguente esclusione di questo esone durante l’elaborazione dell’mRNA nei pazienti con mutazioni genetiche trattabili con lo  skipping dell’esone 51. Lo skipping dell’esone consente la produzione di una distrofina internamente troncata. PPMO è la piattaforma chimica di nuova generazione di Sarepta progettata attorno ad un peptide di penetrazione cellulare coniugato alla base del PMO, con l’obiettivo di aumentare la penetrazione nel tessuto, aumentando lo skipping dell’esone e significativamente aumentando la produzione di distrofina. Se avrà successo, il PPMO offre il potenziale per un’aumentata efficacia e una somministrazione meno frequente per i pazienti.

EXONDYS 51

EXONDYS 51 usa la piattaforma chimica del peptide oligomero di tipo morfolino fosfodiammidato proprietaria di Sarepta e la tecnologia dei exon skipping per far saltare l’esone 51 del gene della distrofina. EXONDYS 51 è progettata per legarsi all’esone 51 durante il processamento del precursore dell’RNA messaggero nei pazienti con mutazioni genetiche che sono trattabili con lo skipping dell’esone 51. Lo skipping dell’esone porta alla produzione di una distrofina internamente troncata. I dati provenienti dagli studi clinici di EXONDYS 51 in un piccolo numero di pazienti DMD hanno dimostrato una sicurezza e tollerabilità consistente. Gli studi principali non erano progettati per valutare la sicurezza a lungo termine e non è stato stabilito il beneficio clinico di EXONDYS 51.

Informazioni importanti sulla sicurezza di EXONDYS 51

Gli effetti collaterali nei pazienti DMD (N=8) trattati con EXONDYS 51 a 30 o 50 mg/kg/settimana tramite infusione intravenosa con un’incidenza di almeno 25% in più del placebo (N=4) (Studio 1, 24 settimane) sono state (EXON-DYS 51, placebo): disturbi dell’equilibrio (38%, 0%), vomito (38%, 0%) e dermatite da contatto (25%, 0%). Le reazioni avverse più comuni sono stati i disturbi dell’equilibrio e il vomito. A causa del numero ristretto di pazienti, queste rappresentano frequenze grezze che non possono riflettere le frequenze osservate nella pratica. Non è raccomandato il regime di dosaggio settimanale di 50 mg/kg di EXONDYS 51.

Negli 88 pazienti che hanno ricevuto ≥30 mg/kg/settimana di EXONDYS 51 per un periodo di 208 settimane negli studi clinici, sono stati riportati i seguenti eventi in ≥10% dei pazienti e si sono verificati più frequentemente rispetto alla stessa dose nello studio 1: vomito, contusione, escoriazione, eruzione cutanea, artralgia, dolore nel sito del catetere, e infezione delle vie respiratorie superiori. Nel giorno in cui veniva effettuata l’infusione di EXONDYS 51 sono stati riportati eritema temporaneo, rossore facciale, e temperature elevate.

Per ulteriori informazioni, si prega di visitare le informazioni della prescrizione.

 

Traduzione a cura dell’Ufficio Scientifico di Parent Project onlus

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*