Pubblicato il giorno: gio, 11 Apr 2019

Sarepta annuncia i risultati positivi di casimersen nello studio di fase 3 ESSENCE

Share This
Tags

Sulla base dei risultati promettenti sui livelli di produzione di distrofina in pazienti trattati con casimersen, l’azienda statunitense Sarepta Therapeutics ha intenzione di programmare un incontro con la FDA e di sottomettere la richiesta per un nuovo farmaco (NDA) verso la metà del 2019. Ancora una volta, i risultati avvalorano la piattaforma di exon skipping di Sarepta nel trattamento della DMD.

CAMBRIDGE, Mass., 28 marzo 2019 (GLOBE NEWSWIRE) — Sarepta Therapeutics, azienda leader nella medicina genetica di precisione per il trattamento di patologie rare, ha annunciato oggi i risultati dell’analisi ad interim degli endpoint di biopsia muscolare che mettono a confronto il trattamento con casimersen rispetto al placebo nello studio ESSENCE, conosciuto anche come studio 4045-301. ESSENCE è uno studio di fase 3 globale, randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo, che valuta l’efficacia e la sicurezza di casimersen e golodirsen in pazienti trattabili, rispettivamente, con lo skipping degli esoni 45 e 53.

Dopo aver sollecitato delle risposte da parte della FDA, Sarepta ha condotto un’analisi ad interim dei livelli di espressione della proteina distrofina nei pazienti suscettibili al trattamento con lo skipping dell’esone 45, per determinare la potenzialità per la presentazione della richiesta di un nuovo farmaco (New Drug Application – NDA) basandosi sulla distrofina come endpoint surrogato. Con questi risultati, la biotech intende sottomettere la richiesta di NDA per casimersen verso la metà del 2019.

I pazienti trattabili con lo skipping dell’esone 45 sono stati randomizzati per ricevere una somministrazione settimanale per via endovenosa di casimersen alla dose di 30 mg/kg (N=27) o di placebo (N=16) per 96 settimane. L’analisi preliminare è stata eseguita sui dati delle biopsie eseguite sul bicipite all’inizio dello studio e a 48 settimane di trattamento.

I risultati principali dell’analisi includono:

  • un aumento medio della proteina distrofina nei pazienti trattati con casimersen di 1.736% del normale, rispetto ad un valore di base medio di 0.925% del normale (p<0.001).
  • Una differenza statisticamente significativa nel cambiamento medio della proteina distrofina dal valore di base al valore riscontrato dopo 48 settimane tra il trattamento con casimersen e il placebo (p=0.009).
  • Un aumento dello skipping dell’esone 45 (p>0.001) rispetto ai rispettivi livelli basali in tutti i 22 pazienti che hanno ricevuto il trattamento, con un tasso di risposta quindi del 100%.
  • Una correlazione statisticamente significativa tra lo skipping dell’esone 45 e la produzione di distrofina (correlazione per ranghi Spearman = 0.635, p<0.001).
  • Lo studio è ancora in corso e in cieco per raccogliere ulteriori dati di efficacia e sicurezza.

“Siamo lieti di vedere che l’exon skipping previsto ha portato a un aumento medio della proteina distrofina statisticamente significativo”, ha detto il professor Francesco Muntoni, della University College London. “Questo è il terzo farmaco per exon skipping che ha mostrato un aumento statisticamente significativo nella produzione di distrofina, e rafforza la nostra fiducia in questo approccio per il trattamento di pazienti Duchenne con mutazioni trattabili.”

“I risultati di casimersen e la presentazione della nostra richiesta per golodirsen all’inizio di quest’anno avvalorano ulteriormente la nostra ricerca basata su RNA,” ha detto Doug Ingram, presidente e CEO di Sarepta Therapeutics. “Se golodirsen e casimersen vengono approvati, quasi un terzo dei ragazzi e giovani uomini che convivono con la DMD negli Stati Uniti potrebbero trarre beneficio dalle nostre terapie a base di RNA. Continuiamo ad avanzare verso il nostro obiettivo finale, quello di migliorare radicalmente le vite di quanti più pazienti possibile con DMD in tutto il mondo.”

Casimersen usa una chimica basata su un oligonucleotide morfolino fosforodiamidato (PMO) di proprietà di Sarepta Therapeutics e la tecnologia di exon skipping dell’esone 45 del gene della DMD. Casimersen è disegnato in maniera tale da legarsi all’esone 45 del pre-mRNA della distrofina, risultando nell’esclusione, o “skipping”, di questo esone durante il processamento dell’mRNA in pazienti con mutazioni genetiche che sono trattabili con lo skipping dell’esone 45. L’exon skipping mira a consentire la produzione di una proteina distrofina troncata internamente.

La Domanda per i Nuovi Farmaci (NDA) è la richiesta che viene presentata alla FDA per l’autorizzazione alla commercializzazione di un farmaco/terapia negli Stati Uniti. La NDA è un fascicolo che contiene l’intera storia della molecola. L’iter standard negli Stati Uniti prevede che le aziende farmaceutiche presentino una NDA quando il farmaco che hanno sviluppato ha concluso, o sta concludendo, l’intero percorso sperimentale e sono quindi disponibili i dati necessari per chiedere l’autorizzazione alla commercializzazione del prodotto.

 

A cura dell’Ufficio Scientifico Parent Project onlus

Potete leggere il comunicato stampa originale diffuso da Sarepta Therapeutics al seguente link.

Per ulteriori informazioni sullo studio clinico con golodirsen potete consultare la Brochure dei Trial Clinici di Parent Project.

 

About the Author

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*