Progetti di Promozione Sociale

Posted By webmaster On martedì, luglio 11th, 2017 With 0 Comments

Dal 2009, per rispondere in modo adeguato alle differenti esigenze delle famiglie associate, Parent Project onlus interviene in ambito socio-sanitario attraverso i progetti di promozione sociale. Grazie a questa attività, realizzata con i finanziamenti della L. 383/2000 art. 12/c.3 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, viene sviluppata una rete capillare di collegamento tra famiglie, operatori, specialisti, enti pubblici e altre associazioni, che sempre più consente di garantire l’inserimento sociale dei ragazzi.


2017/2018

Auto-NOI-mia. Percorsi sperimentali di inclusione sociale e cittadinanza attiva per le persone con disabilità nel contesto delle comunità locali

Attraverso questo progetto si intende sperimentare percorsi innovativi in grado di favorire l’autonomia dei giovani adulti Duchenne, coinvolgendoli direttamente in esperienze di vita autonoma. I ragazzi lavoreranno ad un progetto comune attorno al seguente tema “Noi siamo la nostra comunità – Inclusione sociale e Cittadinanza Attiva delle persone con disabilità” attraverso la realizzazione di attività creative (documentari, fotografie, ecc.) accenderanno il loro particolare punto di osservazione sulle problematiche ma anche sulle esperienze positive presenti nei diversi territori. In parallelo verrà realizzato un documentario che racconterà “il dietro le quinte” della loro esperienza. Si intende promuovere in questo modo una visione delle persone con disabilità non più solo come “oggetto” di sostegno/aiuto, bensì anche come “soggetti” attivi per lo sviluppo sociale e culturale della propria comunità.

Formulario del progetto


2016/2017

 P.A.S.S.A.P.A.R.O.L.A. GIOVANI–Promozione Autonomia Sviluppo Socializzazione Attività Per Abilitare Reti Operatori e Lavoratori nell’Assistenza alle famiglie e ai/alle ragazzi/e con disabilità motoria 

 

Attraverso  P.A.S.S.A.P.A.R.O.L.A. GIOVANI Parent Project intende proseguire ed implementare le azioni poste in essere con il  progetto REALTA’. Al centro della sua azione si pone il sito Aiutiamoci.net, con lo scopo di potenziarne la capacità di impatto su famiglie e territori, mediante l’implementazione di nuovi strumenti tecnologici e servizi social e soprattutto attraverso un percorso di formazione nazionale rivolto ai soci, con particolare riferimento ai giovani di età non superiore ai 30 anni, da istruire all’inedita figura del Promotore di Autonomia, Sviluppo e Socializzazione (P.A.S.S.), in grado di offrire Assistenza Specifica alla famiglie con ragazze/i affetti da DMD/BMD. Il progetto si concluderà nel luglio 2017.

Materiale : Brochure P.A.S.S.


2015-2016

RE.A.L.T.A’ REte Assistenza Lavoro Tempo libero e Autonomia. Iniziativa di formazione e innovazione per sperimentare il Matching domanda/offerta tra operatori esperti e famiglie dei ragazzi DMD/DMB

Iniziativa formativa  che ha avuto come obiettivo generale quello di migliorare la qualità di vita dei ragazzi Duchenne e Becker e promuovere e tutelare i diritti dei ragazzi adulti al fine di garantire loro una piena inclusione sociale. I  ragazzi sentono l’esigenza di elaborare un proprio progetto di vita il più autonomo possibile e attraverso tale progetto l’associazione intende intervenire con una serie di strumenti (formativi, informativi, interattivi, di informatizzazione) per facilitare l’incontro tra famiglie e persone disponibili a svolgere attività di assistenza familiare e a garantire una gestione quanto più trasparente possibile di tale particolare presa in carico professionale. Sono stati realizzati corsi formativi in presenza e a distanza con l’obiettivo di formare familiari e caregiver ad una corretta gestione del paziente Duchenne.

A settembre 2016 è stato lanciato il sito Aiutiamoci.net,  strumento di matching  tra domanda ed offerta di operatori/trici e volontari qualificati e disponibili con ragazzi che convivono con una disabilità motoria. I servizi possono essere di diverse tipologie, dal semplice accompagnamento in auto all’assistenza in casa per chi sperimenta la vita in un’abitazione autonoma.
Aiutiamoci.net nasce all’interno della comunità Duchenne, ma è rivolto a tutti gli altri giovani ed adulti che convivono con varie forme di disabilità motoria. L’obiettivo: rendere la piattaforma uno strumento utile e flessibile, alla portata di tutti i giovani, per favorire sempre di più una vita attiva e indipendente.

Materiali : Brochure Aiutiamoci.net


2013-2014

“ProFormaSocial M.A.P.P.S Promozione Formazione Socialnetwork – Applicazioni Mobile e Parent Project Servizi”

Iniziativa di formazione, informatizzazione e potenziamento della banca dati associativa.

ProFormaSocial M.A.P.P.S. è nata per rispondere a due esigenze di rinnovamento e adeguamento. Da un lato si è mirato ad un aggiornamento delle funzioni gestionali e comunicative di Parent Project, muovendosi verso le nuove tecnologie di comunicazione, puntando sulla scelta dei contenuti digitali e – più in generale – verso l’informatizzazione dell’intero sistema, adattando e potenziando il sito istituzionale, gli strumenti di servizio online e sviluppando nuove modalità di interconnessione attraverso la valorizzazione dei social network. Informatizzazione spinta, quindi, la nostra, mediante l’attivazione e la sperimentazione della nuova piattaforma informatica “ParentProjectServizi” con possibilità di accesso mediante Mobile Applications (sia IOS che Android). Dall’altro lato, i risultati ottenuti fino ad oggi – sia nella ricerca sulla distrofia muscolare di Duchenne e Becker, sia nel supporto offerto a pazienti e famiglie – ci hanno spinto a rinnovare e rilanciare il nostro impegno a fianco dei ragazzi affetti da DMD/BMD, infatti con ProFormaSocial M.A.P.P.S. ci si è dedicati alla promozione del ruolo attivo dei pazienti e dei loro famigliari nella tutela dei propri diritti facilitandone la partecipazione alla progettazione e allo sviluppo delle politiche sociali e sanitarie. Particolare attenzione è stata data alla formazione sugli standard di cura – importanti per la loro partecipazione ai tavoli locali e alle iniziative di Audit in corso a livello nazionale. In quest’ottica, il progetto ha sperimentato un percorso formativo – vis a vis ed a distanza – rivolto a soci e pazienti, familiari, medici e professionisti.

Materiali realizzati:  Brochure didattica – Pieghevole proforma


2012-2013

Gli sforzi fatti fino ad oggi hanno consentito di raddoppiare l’aspettativa di vita dei giovani pazienti, che ad oggi può raggiungere e superare la terza decade. I nostri pazienti sono dunque sempre più adolescenti e giovani che hanno bisogno di costruirsi un proprio progetto di vita in cui il lavoro e l’autonomia siano le basi di partenza per un reale inserimento sociale per far si che questo “tempo guadagnato” sia riempito di qualità.

A tale scopo vengono realizzati due progetti che hanno finalità complementari:

Progetto “Diritti Verso l’autonomia. Sperimentazione di percorsi di vita autonoma per ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker”

Obiettivo generale del progetto è quello di migliorare e qualificare l’integrazione dei ragazzi Duchenne in ambito lavorativo e non solo. Attraverso questo progetto Parent Project ha proseguito e sviluppato ulteriormente il percorso iniziato con i precedenti progetti di promozione sociale, avviando uno studio per comprendere come debba essere concretamente organizzata un’esperienza di vita autonoma, attraverso il coinvolgimento diretto sia dei ragazzi sia degli assistenti/operatori, con la realizzazione di specifiche Linee guida e l’uso di un portfolio che metta in luce le competenze dei singoli ragazzi. In collaborazione con l’Istituto Vaccari si è sperimentato un processo informatizzato per la valutazione delle competenze lavorative dei ragazzi coinvolti.

Materiali realizzati: Linee Guida Diritti verso l’autonomia


 

Progetto “Mission is possible. Iniziativa formativa di approfondimento e diffusione delle principali tematiche legate alla mission associativa volta a sostenere i progetti di vita autonoma per i ragazzi affetti da DMD/BMD”

Con l’iniziativa formativa “Mission is Possible” Parent Project ha avviato un percorso di approfondimento e diffusione nel corpo associativo delle principali tematiche legate alla mission associativa. Il percorso formativo rivolto a soci e collaboratori, a volontari, ma anche ai genitori, attraverso seminari incentrati:

a) sulla ricerca e sulla scienza, e sulla raccolta fondi e i modi per sostenere l’associazione (fundraising);
b) sul sostegno alle famiglie mediante sessioni centrate sul concetto di advocacy e sui vari aspetti caratteristici della patologia;
c) sull’attività di volontariato e l’importanza dello stesso per affiancare le famiglie, al fine di preparare figure dall’elevato profilo professionale;
d) sul potenziamento delle conoscenze e della consapevolezza da parte delle famiglie, tali da consentire ai genitori stessi di assistere al meglio i propri figli.

Contestualmente, grazie alla collaborazione attivata con la Fondazione Paoletti, Parent Project ha avviato un percorso formativo a distanza rivolto allo staff, ai soci ed ai volontari attraverso l’attivazione di una piattaforma e-learning.

In particolare l’azione si è sviluppata in tre azioni fondamentali:

a) Audit (analisi dei bisogni formativi degli operatori e dei volontari);
b) Formazione a distanza (attivazione della piattaforma e-learning);
c) Monitoraggio del percorso di e-learning (valutazione dell’efficacia dell’intervento).

Materiali realizzatiReport iniziativa – Brochure Trial – Pieghevole istituzionale


2011-2012

Progetto “Parent Project Social Accountability: formazione e aggiornamento per la gestione e rendicontazione sociale”

Il progetto è nato come naturale sviluppo di una politica di trasparenza adottata da Parent Project onlus ormai da diversi anni ed ha avuto l’obiettivo di consolidare la fiducia dei sostenitori e favorire le famiglie ed i volontari nella raccolta fondi. Il Bilancio Sociale è un documento con il quale Parent Project onlus intende comunicare periodicamente, in modo volontario, i risultati della sua attività, non limitandosi ai soli aspetti finanziari e contabili; rappresenta lo strumento più indicato per rispondere alle necessità di informazione e di trasparenza in merito alle attività dell’associazione ed è utile per valutare, riportare e comunicare alla comunità Duchenne (famiglie, professionisti ed istituzioni) o alla comunità in generale (società civile), l’impatto sociale e/o ambientale delle proprie azioni. Viene realizzato un percorso di ricerca e formazione al fine di realizzare il Bilancio Sociale che sarà pubblicato entro la fine del 2014.

Materiali realizzatiGuida al bilancio sociale – Guida alla struttura – SOStienici anche tu


Progetto “Rete Duchenne al lavoro contro la povertà e l’esclusione sociale”

Il progetto è stato sviluppato con l’obiettivo di realizzare un modello di integrazione sociale per giovani/adulti attraverso un’azione di intervento di rete territoriale realizzata con comuni, centri per l’impiego, scuole, famiglie e servizi socio-sanitari territoriali. L’associazione ha lavorato sul territorio al fine di qualificare gli interventi della scuola, dei servizi al lavoro e di quelli socio-sanitari rispetto all’integrazione sociale dei ragazzi Duchenne rafforzando la progettualità integrata per il piano di intervento a favore del giovane in uscita dalla scuola, orientandolo nella costruzione di un progetto di vita concreto, autonomo e dignitoso (anche costruendo percorsi e strumenti idonei all’autonomia). Nell’ambito del progetto sono state realizzate le “Linee Guida per l’orientamento delle persone con distrofia muscolare di Duchenne e Becker”, una guida utile ai ragazzi, alle loro famiglie, alle scuole e alle istituzioni per lo studio e la realizzazione di un progetto di inserimento lavorativo e sociale.

Materiali realizzatiLinee guida per l’orientamento delle persone con distrofia muscolare Duchenne e Becker


2010-2011

Progetto “Scuola- Famiglie Duchenne in rete”

Il progetto nasce dall’elaborazione dei dati raccolti da Parent Project onlus, che hanno permesso di evidenziare che in moltissime scuole italiane non ci sono programmi adeguati agli studenti affetti da distrofia muscolare di Duchenne e Becker. Per rispondere a questa situazione è stata avviata un’attività di consulenza che ha coinvolto genitori, specialisti e Istituti Scolastici. Al termine del lavoro sono state elaborate le “Linee Guida sull’Integrazione scolastica per la distrofia muscolare di Duchenne e Becker”, che descrivono le problematiche derivanti dalla patologia nelle diverse fasce d’età e contengono alcune indicazioni e – modelli di integrazione.

Materiali realizzatiLinee guida per l’integrazione scolastica


2009-2010

Progetto “P.O.P. – Parent Online Project”

Il progetto del Counseling on line è nato dall’esigenza di ampliare il servizio offerto dal Centro Ascolto Duchenne a cui giornalmente si rivolgono le famiglie e gli specialisti, come conseguenza della carenza di servizi socio-sanitari che dovrebbero essere erogati dal Servizio Sanitario Nazionale. Il pool di consulenti è costituito da un neurologo, uno psicologo, un fisioterapista, un biologo, un assistente sociale ed un legale.


Progetto “ La Rete di ascolto DMD: una risorsa per il sostegno del minore affetto da DMD”

Il progetto ha consentito di realizzare, per la prima volta in Italia, una ricerca statistica utile a fotografare la realtà delle famiglie con un figlio affetto da Duchenne o Becker ad analizzare i servizi socio-sanitari offerti sul territorio nazionale. Il risultato del percorso di ricerca-intervento, realizzato attraverso la compilazione di un questionario da parte di entrambi i genitori di 360 famiglie associate a Parent Project onlus, ha consentito di informare in modo adeguato la Comunità Duchenne e l’opinione pubblica su servizi offerti dall’associazione e in particolare del servizio svolto dal Centro Ascolto Duchenne.

Materiali realizzatiRapporto di ricerca